Book Pride 2017, la fiera dell'editoria indipendente: orari e programma

Libri

Libri © Pexels

Tre giorni di eventi con piccoli e medi editori. Presentazioni, incontri, laboratori tra Base Milano e Mudec. La terza edizione dal 24 al 26 marzo

 /  / 

Milano - Giovedi 9 marzo 2017

Da venerdì 24 a domenica 26 marzo 2017 torna, nella cornice di Base Milano, Book Pride, la fiera degli editori indipendenti giunta alla sua terza edizione. Agli spazi dell'Ex Ansaldo si affiancheranno le sale del Mudec.

L'evento, che quest'anno coinvolge 210 tra piccoli e medi editori, è organizzato da Odei - Osservatorio degli editori indipendenti in collaborazione con il Comune di Milano. Il tema scelto per il 2017 è Lo straniero. «Un tema più che mai attuale», spiega Andrea Gessner, presidente della casa editrice Nottetempo e membro di Odei: «un argomento che svilupperemo durante la fiera in ogni sua accezione, inteso come qualcosa di sconosciuto, non familiare, cioè che possiamo essere anche noi per noi stessi».

Attorno agli stand degli editori, sono numerose le attività che si svolgeranno durante le tre giornate. Confermati Book Young, lo spazio dedicato ai più piccoli, e Book Pride Off, con incontri e iniziative da Verso Libri e in altre librerie meneghine.

Ci sono poi gli incontri con gli autori organizzati da Book Pride, da quello con Gianni Barbacetto, Peter Gomez e Marco Travaglio che parlano di Mani pulite in occasione del venticinquesimo anniversario dell’inchiesta (domenica 26 marzo alle 17.00), a quello con il tema Banditi di carta con Massimo Carlotto, Alessandro Robecchi e Luca Crovi (sabato 25 marzo alle 16.00). A questi si aggiungono le presentazioni pianificate direttamente dalle case editrici, da La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato pubblicato da Fazi (venerdì 24 marzo alle 20.00), a Non si piange sul latte macchiato di Bruno Gambarotta edito da Manni (sabato 25 marzo alle 12.00), da Dentro la sera. Conversazioni sulla scrittura di Giuseppe Pontiggia, edizioni Belleville (venerdì 24 marzo alle 19.00), a Trilogia della riluttanza di Piero Cipriano, Eleuthera: in quest'ultimo incontro l'autore dialoga con il cantautore Pierpaolo Capovilla sui temi della pratica psichiatrica e sui servizi di salute mentale (domenica 26 marzo alle 17.00).

Tra gli altri nomi che passeranno da Base nell'ultimo weekend di marzo ci saranno anche David Sassoli, Goffredo Fofi, Furio Colombo, Antonio Padellaro, Vanni Santoni, Adian Paci, Giorgio Fontana, Alberto Rollo, Federico Baccomo, Maurizio Landini e Wolfgang Bauer. Tra gli argomenti trattati nei laboratori, la traduzione: ci si potrà così cimentare con alcuni brevi brani tratti da volumi di prossima pubblicazione in spagnolo, l'inglese, il francese. Il programma completo di Book Pride 2017 è consultabile sul sito ufficiale.

«Con questa sua terza edizione posso dire che ormai Book Pride è un appuntamento fisso della città», afferma l'assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno: «l'amministrazione vuole essere al fianco di iniziative come questa perché Milano continui ad essere la città di riferimento per la promozione della cultura». E, a riprova del supporto che le istituzioni vogliono dare a questa fiera, all'inaugurazione sarà presente, con Del Corno, anche il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini (venerdì 24 marzo alle 15.00); per l'occasione, Moni Ovadia sarà protagonista di un viaggio alla scoperta dello straniero, attraverso le parole di Franz Rosenzweig, Yulia Kristeva e Albert Camus (venerdì 24 marzo alle 18.30).

Book Pride 2017 è aperto nei seguenti orari: venerdì 24 marzo dalle 14.00 alle 21.00; sabato 25 marzo dalle 10.00 alle 21.00; domenica 26 marzo dalle 10.00 alle 20.00. L'ingresso è gratuito.

Simone Zeni

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Libri & Scrittori