Tempo di Libri 2017, il salone di Milano è realtà: date e anticipazioni

Dopo le polemiche con Torino, ecco la prima edizione della fiera dell'editoria. Cinque giorni per un programma fitto di eventi. Alla Fiera di Rho dal 19 al 23 aprile

 /  / 

Milano - Mercoledi 5 ottobre 2016

Dopo le numerose polemiche per la decisione dell'Associazione Italiana Editori di trasferire la Fiera dell'Editoria Italiana da Torino a Milano, il capoluogo lombardo è pronto per ospitare la nuova kermesse, che si intitolerà Tempo di Libri.

La gran parte delle case editrici italiane abbandona così lo storico Salone del Libro torinese e si ritroverà a Fiera Milano Rho da mercoledì 19 a domenica 23 aprile 2017, in concomitanza con la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore.

«Questo è un momento importante per tutti noi, fondamentale per lo sviluppo del mondo del libro», commenta il presidente di AIE Federico Motta: «da oggi siamo allineati con la maggior parte delle esperienze internazionali in cui sono gli editori stessi a realizzare le loro fiere nazionali. Con Tempo di Libri vogliamo dialogare tra editori, con i lettori, i bibliotecari, i librai e anche con i non lettori, che in fondo sono potenziali lettori».

Per cinque giorni, dalle 10.00 alle 19.00, nei 35mila metri quadrati dei padiglioni 2 e 4 della Fiera Milano Rho, l'appuntamento sarà dunque con stand, presentazioni letterarie, tavole rotonde e novità in uscita. Non solo: sono previsti anche appuntamenti serali diffusi in tutta Milano organizzati in collaborazione con BookCity.

Un evento che vuole essere dinamico nella forma e nei contenuti, con un occhio di riguardo verso l'evoluzione e le tecnologie che riguardano l'editoria, come app, e-book e audiolibri. E benché la nuova location milanese mostri tutta l'intenzione di Tempo di Libri di farsi punto ideale d'incontro per operatori stranieri ed eccellenze internazionali, si andrà a rafforzare anche il rapporto con le librerie e le biblioteche cittadine e della Lombardia, che saranno coinvolte in prima fila in una serie di iniziative.

«La prima edizione della nuova Fiera dell'Editoria Italiana è una grande opportunità per Milano e per tutta la regione», afferma il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che ricorda: «la Lombardia è al primo posto tra le regioni del paese per numero di case editrici, che rappresentano il 20% del totale italiano e questa iniziativa non può che creare occasioni».

L'organizzazione dell'imponente evento è affidata alla Fabbrica del Libro, nuova società costituita da Fiera Milano e da Ediser, la società di servizi dell'AIE. «Costruire un passo alla volta Tempo di Libri è entusiasmante», confessa la presidente della Fabbrica del Libro Renata Gorgani: «editori completamente differenti tra loro tra grandi, piccoli, medi e di settore, ci stanno già suggerendo i loro progetti. I responsabili sono già all'opera con molta voglia di sperimentare».

Ad occuparsi dei programmi saranno tre nomi noti dell'editoria italiana: la scrittrice ed editor Chiara Valerio sarà la responsabile del programma generale; l'ex enfant prodige della narrativa per ragazzi Pierdomenico Baccalario seguirà il programma 0-18; infine Giovanni Peresson, titolare di Studio Livingstone, che si occupa di consulenze editoriali, sarà il responsabile del programma professionale.

«Sarà una kermesse unica», afferma l'amministratore delegato di Fiera Milano Corrado Peraboni, «prevediamo una manifestazione articolata, ricca di eventi che toccheranno anche la città». Soddisfatto di questo nuovo arrivo anche il sindaco Giuseppe Sala: «Milano ha nell'editoria una delle sue anime più rappresentative e trova nella capacità di coinvolgere cittadini e turisti un decisivo punto di forza. Come per PianoCity, BookCity e il tradizionale Fuorisalone durante la Design Week, mi auguro che tutto questo renda Milano, e non solo la Fiera, punto di riferimento nel paese e nel mondo».

Simone Zeni

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Libri & Scrittori