Giornate del Patrimonio 2016 a Milano e in Lombardia: il programma

Tanti luoghi aperti nel capoluogo e in tutta la regione. Dal Museo del '900 a quello della Pietà Rondanini, dal Mudec a Palazzo Morando. Sabato 24 e domenica 25 settembre

 /  / 

Milano - Venerdi 23 settembre 2016

Sabato 24 e domenica 25 settembre 2016 si rinnova l’appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei:

  • sabato 24 settembre, con orari e costi ordinari nei musei statali nel corso della giornata e apertura straordinaria serale di tre ore al prezzo simbolico di 1 euro, con le gratuità previste per legge;
  • domenica 25 settembre, con orari e costi ordinari per i musei statali.

Anche Milano, in occasione dell’edizione 2016, dà vita ad una serie di iniziative volte a far conoscere la ricchezza del patrimonio culturale cittadino: non solo i musei più noti e visitati, ma anche le collezioni più nascoste che rappresentano un’eccellenza nell’offerta complessiva milanese.

Di seguito l'elenco dei luoghi aperti a Milano per le Giornate Europee del Patrimonio 2016 e il programma delle iniziative.

Galleria d'Arte Moderna

La Gam di Milano, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, inaugura Sottosopra, iniziativa dedicata alla collezione di opere scultoree mai esposte e conservate nei depositi, normalmente chiusi al pubblico, con una serie di visite guidate esclusive in programma tutti i fine settimana fino all’8 gennaio 2017.

Nei depositi della Villa Neoclassica di via Palestro, sono circa un migliaio le opere conservate, dal tardo Neoclassicismo al Novecento, impreziosite da bozzetti, studi preparatori, versioni definitive, legate alla storia e ai luoghi monumentali della città: dall’Accademia di Brera al Duomo, dall’Arco della Pace al Cimitero Monumentale.

Cuore del progetto è l’Atelier di restauro, allestito nelle sale dei depositi, dove un team di restauratori è al lavoro per il recupero conservativo di 70 sculture, con interventi di diversa natura e differenti tecniche e saranno a disposizione per visite a tema. Un’occasione unica per il pubblico che può partecipare al dietro le quinte di una grande mostra: le opere in restauro, infatti, attraversano 100 anni. La scultura a Milano dal 1815 al 1915, un’esposizione che ripercorre la produzione scultorea lombarda dal tardo neoclassicismo alla stagione simbolista, che inaugurerà il 19 marzo 2017.

Oltre ai percorsi di visita - che tracciano un racconto articolato tra le opere mai esposte, illuminandone i legami, le storie, gli artisti, i soggetti, le tecniche e i materiali - sono in programma conferenze e momenti di approfondimento, laboratori didattici ed eventi esclusivi.

La prima apertura al pubblico in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio è articolata in due visite guidate gratuite per gruppi di 20 persone, con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti, sabato 24 e domenica 25 settembre (dalle 17.30 alle 18.30). Per info e prenotazioni, scrivere una email a c.galleriadartemoderna@operadartemilano.it oppure telefonare al 02 45487400.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2016 con visite guidate gratuite e un’esposizione inedita di due opere entrate in Collezione Permanente grazie alla recente donazione Fabia e Giannino Paliaga. Si tratta di due testimonianze dell’astrattismo comasco: Carla Badiali, Composizione del 1939 e Composizione n. 128 del 1939/40 e un dipinto di Aldo Galli del 1940 che vengono esposte nella Sala Astrattismi insieme ai maestri del Gruppo di Como, Mario Radice e Manlio Rho.

Como negli anni Trenta - insieme a Milano - è la città che accoglie i protagonisti dell’astrattismo. Qui, dopo le esperienze di Terragni e ai suoi edifici razionalisti, si forma il Gruppo di Como. Tra questi Carla Badiali (Novedrate, 1907 - Milano, 1992) porta avanti la sua ricerca astratto-geometrica a partire dalla metà degli anni Trenta, prendendo spunto anche dalla sua attività di disegnatrice di tessuti, e Aldo Galli (Como, 1906 - Lugano, 1981) che realizza opere di diversa natura, dipinti ma anche sculture utilizzando tecniche e materiali vari, dalla cera al legno al gesso.

Visite speciali gratuite alla collezione permanente

  • La voce dell’io: la rivoluzione dell’astrattismo, dalle Composizioni di Kandinskij alle sperimentazioni dell’Informale (sabato 24 settembre alle ore 11.00; domenica 25 settembre alle ore 17.00)

La visita si propone di illustrare l’importanza dell’approdo all’astrattismo nell’arte del Novecento, partendo dalla rivoluzionaria visione artistica di Vassilij Kandinskij per giungere all’analisi delle opere dell’Informale degli anni ‘50, tra gestualità e sperimentazioni materiche.

  • Dinamismi e meccanismi: il movimento nell’arte del XX secolo, dal Futurismo all’Arte Contemporanea (sabato 24 settembre alle ore 17.00)

La visita si propone di analizzare l’attenzione riservata al tema del movimento nell’arte del Novecento: dall’analisi delle diverse concezioni del dinamismo da parte dei Futuristi, fino alle opere dell’Arte Cinetica nei primi anni Sessanta, vere e proprie installazioni tecnologiche e meccaniche.

  • Dall’oggetto all’opera: materiali, tecniche, invenzioni nell’arte del Novecento, dal collage all’arte concettuale (domenica 25 settembre alle ore 11.00)

Il percorso si propone di illustrare il ruolo centrale svolto dai materiali nell’arte del XX secolo, che spesso ha costituito il primo passo di straordinarie rivoluzioni artistiche: dai collage cubisti fino all’Arte povera, pittura, scultura e installazione si confrontano con la materia e gli oggetti.

Orari di apertura del Museo del Novecento: sabato 24, ore 9.30-22.30; domenica 25, ore 9.30-19.30 (ultimo ingresso consentito un’ora prima della chiusura).

Le visite guidate in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio sono gratuite, con biglietto di ingresso al museo (intero 5 euro, ridotto 3 euro, gratis fino a 25 anni compresi e, per tutti, a partire da due ore prima della chiusura del museo). Non è necessario prenotare in anticipo: le prenotazioni vengono prese al momento fino ad esaurimento di 25 posti. Per informazioni scrivere a info@adartem.it.

Palazzo Morando

Un percorso attraverso le sale di Palazzo Morando, settecentesca dimora nobiliare nel cuore di Milano, sede di un museo dedicato alla Città e della civica collezione di costumi e accessori di moda. Nelle sale, oltre alle splendide vedute di Milano, si può ammirare la mostra Dialoghi di filo curata da Livia Crispolti: costumi e opere d’arte tessile realizzate dagli studenti dell’Accademia di Brera. Il percorso offerto dalla Sezione Didattica intende valorizzare la storia delle trasformazioni urbanistiche e socio-culturali di Milano attraverso le immagini della città e dei suoi abitanti.

Palazzo Morando è aperto in entrambe le Giornate Europee del Patrimonio in orario 9.00-13.00 e 14.00-17.30 (ultimo ingresso consentito un’ora prima della chiusura; biglietto 5 euro, ridotto 3 euro). Le visite guidate sono in programma sabato 24 settembre alle 10.00 e alle 15.00 e domenica 25 alle 10.00: per ognuna vengono accettate al massimo 20 persone e la prenotazione è obbligatoria: per info, telefonare ai numeri 02 88465735 o 02 8846056 oppure scrivere a c.palazzomorando@comune.milano.it.

Museo del Risorgimento

Da Napoleone all’Italia unita: un percorso guidato che in 14 sale racconta, attraverso dipinti, stampe, sculture e cimeli, le vicende italiane dall’epoca napoleonica sino all’unificazione del Paese e alla proclamazione di Roma capitale.

Il Museo è aperto sia sabato 24 che domenica 25 in orario 9.00-13.00 e 14.00-17.30 (ultimo ingresso consentito un’ora prima della chiusura; biglietto 5 euro, ridotto 3 euro). Le visite guidate sono in programma sabato 24 settembre alle 10.00 e alle 15.00 e domenica 25 alle 10.00: per ognuna vengono accettate al massimo 20 persone e la prenotazione è obbligatoria: per info, telefonare ai numeri 02 88464177 oppure scrivere a c.museorisorgimento@comune.milano.it.

Castello Sforzesco: Museo della Pietà Rondanini + Le Merlate

Visite guidata gratuite, a cura dei conservatori, al nuovo Museo della Pietà Rondanini-Michelangelo inaugurato il 2 maggio 2015 dopo lunghi lavori di restauro dell’edificio, nell'allestimento dell’architetto Michele De Lucchi. Insieme alla Pietà sono esposte una moneta di Leone Leoni con raffigurato il busto di Michelangelo, fusa nel tardo cinquecento, e il ritratto bronzeo dello scultore, desunto dalla sua maschera mortuaria in cera, realizzato dal suo allievo Daniele da Volterra.

Il Museo della Pietà Rondanini è aperto dalle 9.00 alle 17.30, l'ingresso costa 5 euro (ridotto 3 euro). Le visite guidate sono in programma alle 15.00 con prenotazione obbligatoria; per info chiamare il 02 88463700 o scrivere al c.infocastello@comune.milano.it.

Nella grande fortezza viscontea e sforzesca si può camminare lungo l’antico percorso di ronda dei soldati - le merlate – che consentono di ammirare da punti di vista insoliti non solo il Castello ma la città intera. Apertura dalle 9.00 al 17.30, per info chiamare i numeri 02 45487400 o 339 8047977.

Maratona Mudec

Una maratona alla scoperta del patrimonio culturale del Mudec, il museo delle Culture di Milano, che racconta la storia di scambi culturali tra l’Italia e il mondo che dura da diversi secoli. Oltre all’ingresso gratuito alla collezione permanente, sono organizzati laboratori e visite guidate speciali per bambini e per adulti sia alla collezione permanente di arte etnografica, sia al deposito che ospita più di 7mila opere.

Nella cornice delle Giornate Europee del Patrimonio è ospitato anche il Confucius Day sabato 24 settembre: una giornata dedicata alla cultura cinese, tra laboratori di scrittura, assaggi culinari, proiezioni di filmati e visita dedicata alla collezione cinese. Per info, chiamare il numero 02 50321675.

Alla scoperta delle nostre radici

L’area compresa tra via Nirone, corso Magenta, via Luini e via Ansperto racchiude importanti ritrovamenti archeologici di età romana. In particolare all’interno del complesso museale milanese si conservano eccezionalmente in alzato alcune strutture: le mura romane della fine del III secolo d.C. e una delle torri poligonali che costituivano punti di avvistamento lungo tutta la cinta muraria e una seconda torre, pertinente aicarceres, i caselli di partenza per le corse di cavalli del circo/ippodromo tardoromano, successivamente riutilizzata come campanile della chiesa del Monastero Maggiore di San Maurizio.

Queste strutture sono state da poco riaperte al pubblico grazie ad un importante intervento di valorizzazione; le due torri sono oggi visitabili fino alla sommità, permettendo un punto di vista insolito sulla Milano imperiale e sull’attuale skyline cittadino.

L'area è aperta dalle 9.00 alle 17.30 al costo di 5 euro (ridotto 3 euro per studenti universitari e di Accademie delle Belle Arti; gratis per over 65); sabato 24 settembre, apertura straordinaria gratuita dalle 18.00 alle 23.00 con visite guidate dalle 18.00 alle 22.00 ogni 30 minuti promosse da Civico Museo Archeologico di Milano in collaborazione con Aster s.r.l.; la prenotazione è obbligatoria telefonando al 02 20404175 o scrivendo a segreteria@spazioaster.it.

Museo Archeologico

Nei panni di un antico romano: in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio i bambini possono trasformarsi negli abitanti di Mediolanum di 2000 anni fa. Vestiti con una toga (fornita dal museo), hanno la possibilità di visitare la sezione romana del museo per scoprire tante curiosità legate alla vita quotidiana di Milano in epoca romana, prendendo appunti su una tavoletta cerata.
L'ingresso costa 5 euro, ridotto 3 euro. Le visite guidate sono alle ore 18.00 e la prenotazione è obbligatoria. Per info, telefonare al 02 20404175 o scrivere a c.museoarcheologico@comune.milano.it.

Studio Museo Francesco Messina

In concomitanza con la chiusura della mostra Il mio nome è cavallo, lo Studio Museo Francesco Messina presenta, sabato 24 settembre, la scultura Armour realizzata dall’artista Alessandro Pavone, illustrata personalmente ai visitatori dall'artista stesso. Gli orari di ingresso (gratuito) sono dalle 10.00 alle 20.00, la presentazione è fissata per le 18.30 e non è necessaria prenotazione. Per info, 02 8526423.

Gallerie d'Italia

Sabato 24 e domenica 25 settembre l’ingresso alle Gallerie d’Italia è gratuito. Oltre alla possibilità di visitare la mostra di Emilio Isgrò - che si conclude il 25 settembre e che ospita il celebre ritratto di Alessandro Manzoni dipinto da Hayez cancellato in bianco - e la mostra Slovenska. New Generation Mal’ba 2006-2015, nelle due giornate sono in programma diverse attività collaterali.

Sabato 24: alle 11.00, la visita guidata Il volto di Milano nell'Ottocento. Milano nelle opere di Gallerie d'Italia (costo 7 euro); alle 15.00 il laboratorio per bambini Dalla casa al robot, passando per un quadrato. Laboratorio di filosofia e arte per bambini (costo 5 euro); alle 16.30, sempre per i più piccoli il laboratorio Da forma nasce cosa (costo 5 euro).
Domenica 25: alle 15.00, la visita guidata alla mostra Slovenska + Cantiere del 900.2 (costo 5 euro); alle 15.30 il laboratorio ludico-creativo per famiglie Ecodesign: dalle calze ai bracciali (costo 10 euro); alle 16.00, la visita alla scoperta degli storici palazzi di Gallerie d'Italia (costo 7 euro).

Le Gallerie d'Italia sono aperte dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso un'ora prima della chiusura). Per tutte le attività i posti sono limitati e l'iscrizione è obbligatoria al numero verde 800 167619 o scrivendo a info@gallerieditalia.com.

Triennale di Milano

Sabato 24 e domenica 25 settembre Triennale di Milano e Triennale Design Museum aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio con due giorni di visite guidate gratuite, laboratori per bambini e, sabato 24 settembre, apertura straordinaria fino alle 23.00 e ingresso a 1 euro al Triennale Design Museum dalle ore 20.00.

La nona edizione del Triennale Design Museum, W. Women in Italian Design, a cura di Silvana Annicchiarico e con progetto di allestimento di Margherita Palli, cerca di tracciare una nuova storia del design italiano al femminile, ricostruendo figure, teorie, attitudini progettuali che sono state seminate nel Novecento e che si sono affermate, trasformate ed evolute nel XXI secolo.
Le visite guidate gratuite al Triennale Design Museum sono, in entrambi i giorni, alle 11.30 e alle 16.30 (per partecipare bisogna essere in possesso del biglietto di ingresso e prenotare scrivendo a visiteguidate@triennale.org).

Sia sabato 24 che domenica 25, inoltre, alle 15.30 sono in programma laboratori per bambini e famiglie Tratto Pen & Taccuino. La partecipazione è gratuita per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, mentre per gli adulti accompagnatori il biglietto ridotto costa 6,50 euro (per prenotare scrivere a tdmkids@triennale.org).

L'ingresso al Triennale Design Museum, consentito dalle 10.30 alle 20.30, costa 8 euro (ridotto 5,50-6,50 euro); l'orario è esteso fino alle 23.00 nella serata di sabato 24 settembre, con ingresso a 1 euro a partire dalle 20.00.

Museo d’Arte e Scienza

Sabato 24 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2016, il Museo d’Arte e Scienza dedica l’apertura straordinaria - in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano - alla presentazione dei nuovi percorsi senso percettivi per non vedenti e ipovedenti.

Bambini, ragazzi e adulti sono accompagnati da guide qualificate e supportate da testi in Braille fruibili da tutti a seconda dell’età. Il percorso, dedicato al riconoscimento dell’oggetto d’arte autentico, permette di scoprire come distinguere il falso dalla copia e si basa fondamentalmente sulla conoscenza e sullo studio del materiale attraverso i propri sensi. Dal legno, alla terracotta archeologica, dalla carta, all’avorio, fino all’ambra, alla ceramica e al bronzo, questi ed altri i materiali da toccare, annusare, sentire per imparare ad interpretare i segnali che ognuno di loro manda: come si usurano, come profumano, come suonano quando sono integri diversamente da quando sono rotti.

Sono in programma due visite guidate alle 11.00 e alle 15.00, accessibili a tutti con prenotazione obbligatoria. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro (ridotto 3 euro per studenti e over 65, gratuito per disabili). Per info, 02 72022488.

Acquario Civico di Milano

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, alle ore 11.00 di sabato 24 settembre è in programma la visita guidata Acquario Civico di Milano: 110 anni di storia. L'ingresso, senza prenotazione, è fino ad esaurimento posti (20 persone). Per info, 02 88465750.

Non solo Milano

Questo per quanto riguarda Milano. Diamo ora qualche flash sulla vivace proposta culturale in Lombardia nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio.

Il Comune di Bergamo è presente con molti eventi in luoghi pubblici della città, raccolti sotto il titolo Un patrimonio in Comune, con un forte richiamo all’importanza della conoscenza del patrimonio della città. E ancora nel bergamasco, tra gli altri, il Museo dei Tasso e della Storia postale a Camerata Cornello, il Museo del Falegname ad Almenno San Bartolomeo, Il Maglio di Ponte Nossa ed eventi a Caravaggio, Luzzana, Nembro, Villa d’Almé.

A Brescia i Musei di Santa Giulia presentano alcune attività tra cui Il Museo accessibile, un percorso tattile che si snoda fra le sale del Museo, si avvale di materiali specifici, quali calchi e maquette di opere della collezione, che permettono a ciechi e ipovedenti ma anche a tutti i visitatori interessati, di riscoprire l’opera d’arte attraverso esperienze percettive plurisensoriali. Riedizione a Sulzano della mostra che dall’11 giugno al 10 luglio ha accompagnato, con grande successo di pubblico, la grandiosa opera d’arte ambientale, The Floating Piers dell’artista Christo che ha collegato ed unito, quasi in un abbraccio, Sulzano a Montisola e all’isola privata di San Paolo. Nel bresciano eventi a Sarezzo con il Museo del Maglio, a Lumezzane il Planetario, a Rezzato la PINAC offre laboratori per bambini.

Protagonisti anche musei, palazzi e chiese che il Touring Club Italiano tiene aperte con i suoi volontari per il Patrimonio in Lombardia (e non solo) con concerti, visite guidate e aperture straordinarie a Lodi, a Cesano Maderno, a Cremona, a Pavia. E ancora eventi a Lodi, Lecco, Cremona, Sondrio e Varese.

Gli stessi Musei del Polo sono aperti e partecipano con eventi ad hoc. Le Grotte di Catullo a Sirmione presentano spettacoli teatrali itineranti, lungo la penisola sul lago di Garda, dedicati a Shakespeare e al suo rapporto con la natura; il Museo Archeologico di Mantova si mette in mostra con l’allestimento del piano terreno inaugurato da appena tre settimane; Palazzo Besta di Teglio con un’apertura straordinaria sabato 24 settembre dalle ore 17.00 alle 20.00 e visite guidate alla mostra Ariosto, Erasmo Ortensio Lando. Cosa leggevano i Besta - Un'idea di biblioteca rinascimentale e dieci capolavori di arte contemporanea, allestita nel Salone d'onore, affrescato nel XVI secolo con le storie dell'Orlando furioso.

Il programma completo e aggiornato delle Giornate Europee del Patrimonio 2016 è sul sito beniculturali.it.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Arte