Darsena Christmas Village: una piccola Manhattan a Milano

Darsena Christmas Village

Darsena Christmas Village © Lorenzo Barberis

Una pista di pattinaggio sui Navigli. Una foto in compagnia di Babbo Natale. E gli stand con cioccolata calda e vin brulé. Dal 4 dicembre fino al 6 gennaio 2016. Le foto

 /  / 

Milano - Venerdi 4 dicembre 2015

Si può credere che fino a un anno fa il Natale a Milano significasse poche e semplici cose: il panettone, i mercatini del Duomo, La Rinascente. Ma sarebbe ingenuo credere che certe cose rimangano intatte anche dopo quella bomba multicolore chiamata Expo. Per questo motivo, fare una passeggiata lungo la nuova Darsena potrebbe darvi un’idea di un sano cambiamento e di un'instancabile strategia di marketing.

Se siete affascinati dalle atmosfere jingle-bells-rock, o se semplicemente volete vedere che effetto fa passeggiare in pieno inverno su quelle banchine in cui la scorsa estate vi rinfrescavate aspettando i tramonti, allora dal 4 dicembre fino al 6 gennaio 2016 il Darsena Christmas Village è ciò che fa per voi (orari d'apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 22; sabato e domenica dalle 11 alle 23).

Qualcosa di strano lo noterete già attraversando piazza XXIV Maggio o via Vigevano, diretti verso il cuore dei Navigli: i più parlano un inglese che li identifica come turisti o studenti Erasmus americani. Quando si giunge infine sulla Darsena il progetto è chiaro: ci hanno trasferito dentro una scena di Harry ti Presento Sally.

Ma procediamo con ordine: il progetto Darsena Christmas Village si prefigge di creare nella zona portuale di Milano uno degli scenari più suggestivi della città, in pieno mood natalizio, con un villaggio caratteristico adatto all’intrattenimento di tutte le persone che trascorreranno il periodo natalizio a Milano. Non si può certo dire, quindi, che gli assessori Chiara Bisconti e Franco d’Alfonso non siano riusciti a trasformare il centro di Milano in una piccola Manhattan: in primis, con uno sfarzoso albero luminoso che brilla nelle acque del canale, in secundis, con una gigantesca pista di pattinaggio che galleggia sulle stesse acque.

Lo stand Coca-Cola, che fa da sponsor ufficiale, brilla forse più dell’albero di Natale; offre bibite con lattine personalizzabili, nonché la possibilità di sedersi sulle gambe del suo più famoso testimonial: Babbo Natale. Sull’altra sponda del naviglio l’atmosfera è più accogliente e rilassata, con i piccoli chioschetti di legno che vendono le più profonde fantasie del Natale: la cioccolata calda, il vin brulé, dolci di ogni forma e colore.

Insomma, che si ami o si odi il Natale, è affascinante vedere una città che si illumina a intermittenza, che cambia volto e colore, che si nasconde e si rivela dietro le nebbie e i fumi delle bevande calde, che condivide coi suoi cittadini un momento di comunione e spensieratezza.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Tempo libero Weekend