Expo 2015: dove finirà l'Albero della Vita? Resta dov'è

Albero della Vita

Albero della Vita © Simone Bosotti / flickr.com

L'annuncio del commissario unico Giuseppe Sala. Piazzale Loreto? Quartiere Adriano? Macché: per ora il simbolo dell'Esposizione Universale mantiene la sua collocazione

 / 

Milano - Mercoledi 21 ottobre 2015

Non ci sono dubbi. L'Albero della Vita è certamente il monumento simbolo di Expo Milano 2015, non solo: è anche la struttura più amata dai visitatori, la più riconoscibile e fotografata.

Attorno alla sua collocazione per il dopo Expo, i dibattiti accesi sono stati molteplici. Da subito si è parlato di piazzale Loreto, con petizioni favorevoli e contrarie. Poi c'è stato il quartiere Adriano, con una petizione che lo richiedeva per valorizzare il territorio periferico. Ancora Assago, poi addirittura Brescia, città in cui è stato costruito dal Consorzio Orgoglio Brescia, che voleva riscattarlo.

Oggi, 21 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale degli Alberi, il commissario unico Giuseppe Sala fa calare ogni dubbio sulla futura destinazione della tanto apprezzata quando contestata opera. L'Albero della Vità rimarrà dov'è, nella sua collocazione originale accanto a Palazzo Italia (anch'esso, a quanto pare, destinato a rimanere com'è, compresa la mostra che ospita all'interno).

Sala spiega che l'Albero è nato accanto al palazzo che rappresenta il Balpaese all'Esposizione Universale, con la sua fontana a circondarlo e che questa è la sua collocazione ideale. Programmi di manutenzione della struttura lignea (e probabilmente non degli effetti speciali che ora lo animano), verranno attuati per conservarlo al meglio.

Con l'Albero della Vita e Palazzo Italia, un terzo stabile non verrà smantellato: il Padiglione Zero, che racchiude in sè tutta l'essenza del tema di Expo. Per il resto, restano ancora da capire i dettagli sulloa riconversione di alcuni spazi, probabilmente con tempistiche non brevi, poiché già dal primo novembre l'area di Expo diventerà nuovamente un cantieri e cielo aperto.

Simone Zeni

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Expo 2015