Book Pride 2015. 20mila persone alla prima edizione

Uno degli stand di Book Pride

Uno degli stand di Book Pride © fb Book Pride - Corrado Foffi

Successo per la fiera dell'editoria indipendente ai Frigoriferi Milanesi. Oltre 100 i marchi presenti, migliaia i libri venduti. C'era anche Mentelocale

 /  / 

Milano - Lunedi 30 marzo 2015

Buona la prima per Book Pride. Si è chiusa domenica 29 marzo la prima edizione della fiera nazionale dell’editoria indipendente che ha portato ai Frigoriferi Milanesi oltre 20mila persone.

La manifestazione, che si è aperta venerdì 27, ha contato sulla presenza di 124 marchi editoriali che hanno venduto oltre 20mila libri, decine di ospiti quali il regista Jonathan Nossiter, l'antropologo Marco Aime, l'artista Nanni Balestrini, scrittori quali Wu Ming, Maria Pace Ottieri e Giuseppe Genna, e un ottimo buzz sui social: solo su Twitter si sono registrati mille tweet con l’hashtag #bookpride.

La manifestazione, ideata da Odei Osservatorio degli editori indipendenti e con il supporto di Doc(k)s - Strategie di indipendenza culturale, è nata con lo scopo di promuovere una produzione culturale non omologata e di offrire ai visitatori titoli che normalmente non trovano spazio nella grande distribuzione.

Tra i punti di forza dell’evento c’era proprio la possibilità di dialogare direttamente con gli editori indipendenti, spesso definiti erroneamente piccoli considerato che, insieme, costituiscono oltre il 30% del fatturato nazionale.

Ma Book Pride non è stato (solo) una mostra-mercato. Nel calendario della fiera si sono alternati dibattiti, atelier professionali, presentazioni, workshop che, per la maggior parte, hanno registrato il tutto esaurito. Al dibattito Giornalismo culturale 3.0: tornano le riviste, torna la cultura c'eravamo anche noi di Mentelocale con la direttora Laura Guglielmi che ha messo a fuoco gli sviluppi dell'editoria culturale sulla Rete.

«Milano ha conquistato un grande momento di incontro con l'editoria indipendente. - ha dichiarato Andrea Palombi direttore editoriale di Nutrimenti - Questo mi sembra il risultato più significativo di tre giorni ricchi di partecipazione, di occasioni di confronto con tutta la filiera editoriale, di scoperta di libri spesso difficili da rintracciare in libreria».

Visti i confortanti numeri registrato dalla prima edizione, la strada per il bis è spianata.

R.M.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Libri & Scrittori